Proposte 2024 Siracusa Tour per Archeoclub Area Ionico-Etnea

1) Siracusa ebrea e pupi siciliani 

<strong>Cosa vedremo</strong>:
  • I tre livelli di San Filippo Apostolo: cripta, rifugio antiaereo e bagno ebraico
  • Museo e teatro dei Pupi
  • Quartiere ebraico   
Dettagli:
Durata: 3/4 ore Costo: 120 euro fino a 40 persone, con Guida turistica.

2) Castello Eurialo, Mura Dionigiane e visita della cantina Pupillo con eventuale degustazione vini 

 

Dettagli:
  • 120 euro per la guida turistica con immagini 3D ( questa l’offriamo solo noi)
  • In aggiunta: 5 euro a persona per ingresso Eurialo. Martedì mattina e Sabato mattina (gratuito la prima Domenica del mese)
  • Durata: 2:30 ore circa 

In aggiunta degustazione vini e visita dell’azienda agricola e castello.

Dettagli:
  • 10/15 euro in più a persona, a seconda se si accompagnano i vini con i taglieri di salumi

In sostituzione o in aggiunta si possono visitare gratuitamente, previa autorizzazione del Parco Archeologico di Siracusa:
Porta Scea, Artemision della targia, la scala Targetta

 

3) Mulino Santa lucia a Palazzolo, Buscemi e pranzo 

Mulino Santa Lucia e Palazzolo Acreide

Buscemi 

 

 

Itinerario:
Un itinerario che coinvolge tutto il paese, qualificandosi, allo stesso tempo, d’interesse paesaggistico e monumentale, dando a Buscemi la singolare definizione di “Paese-Museo”, considerato un esempio particolare e unico in Europa. L’inserimento nel 1997 del mulino ad acqua “Santa Lucia”, territorio di Palazzolo Acreide, ha dato all’itinerario la dimensione intercomunale.

Costo:
15 euro a persona circa con pranzo 30 euro persona
 

4) Turismo bellico o della memoria legato allo Sbarco in Sicilia del 1943 

<strong>Cosa vedremo</strong>:
  • Batteria costiera Lamba Doria
  • Batteria costiera Emmanuele Russo
  • Ponte Grande sull’Anapo
  • Museo privato
Dettagli:
  • Durata: 3/4 ore
  • Costo: 120 euro l’attività
  • Spostamenti con le proprie auto

 

5) Fiume Ciane e saline di Siracusa  

 

Itinerario:

L’escursione prevede almeno 2 ore di passeggiata tra sentieri contornati da una fitta vegetazione ricca di profumi e colori. La riserva naturale del fiume Ciane è stata creata per proteggere il papiro che cresce lungo il corso del fiume Ciane. Potrete fare quindi, una bellissima passeggiata a piedi o in bicicletta (all’interno della riserva è presente un sentiero ciclopedonale ad anello di circa 12 km), attraverso le piante di papiro, dalla sorgente fino alla foce del fiume Ciane, dove potrete vedere le Saline di Siracusa.

 

Dettagli:
  • Pranzo a sacco  
  • Durata: tutta la giornata
  • Costo: 130 euro totali con pranzo a sacco (intera giornata)

6) Melilli la terrazza degli Iblei e la pirrera di Melilli  

 

Itinerario:
Di “abbagliante intensità” è connotata la storia di questo luogo…fiorente industria estrattiva, base militare inglese, monumento alla storia della città di Melilli e molto altro ancora. Accedere alla Pirrera è un po’ come oltrepassare l’antro della Sibilla: suggestione e bellezza sono le costanti che accompagnano quello che può essere definito un vero e proprio viaggio nelle viscere dei Monti Climiti.

La Pirrera o Cava di Sant’Antonio si apre ai piedi dell’omonima linea di costa, una paleofalesia di età milazziana, che delimita verso Nord ed Est l’altopiano calcareo su cui si erge l’abitato di Melilli. Si tratta di una cava artificiale utilizzata per l’estrazione della pietra calcarea, scavata in galleria secondo il sistema classico di alcune latomie siracusane di età greca. Enormi piloni a base quadrata di 5 metri di lato e alti fino 26 metri disegnano corridoi ampi che si estendono per circa 2,5 chilometri quadrati. Ad accrescere il fascino di questo luogo sono tuttavia la caratteristiche della sua pietra bianca che ne hanno segnato, per sempre, la bellezza e le sorti.

 

Cosa vedremo:
  • Chiesa San Sebastiano
  • Chiesa madre San Nicolo Vescovo
  • la pirrera
Dettagli:
  • 150 euro fino a max 30 perosne  
  • Con giropizza o pizzoli 13 euro a persona circa 
  • dal paese alla pirrera dovremo muoverci con auto proprie, meno di 10 minuti di spostamento.

7) Ddieri di Baulì

Itinerario:

Dall’arabo ad diar che significa casa, i ddieri sono delle abitazioni scavate in periodo bizantino nelle pareti calcaree delle valli.

A Baulì, tra Noto e Palazzolo esistono i ddieri più grandi e meglio conservati di tutta l’area iblea. In tutto sono tre, il più grande è composto da 21 stanze che si sviluppano in quattro ordini. La comunicazione tra un ordine e l’altro è garantito da scale intagliate nella roccia. L’ubicazione garantiva il totale isolamento dal consorzio umano e dalle mire conquistatrici arabe. cisterne, granai, mensole, finestre, scale, tutto scavato nella roccia utilizzando la tecnica del calcinamento. Numerosi rapaci controllano il territorio dall’alto e due monumentali pioppi sono la massima espressione della vegetazione fluviale.

I “ddieri di Baulì”, insediamenti rupestri risalenti al periodo bizantino scavati nella roccia delle pareti rocciose della cava di Baulì, Palazzolo Acreide (SR).

Dettagli:
  • Costo: 120 euro
  • Solo per piccoli gruppi, max 15- 18
  • Pranzo a sacco
  • Per partecipare all’attività proposta è essenziale essere in buona salute e non soffrire di problemi cardiocircolatori.
  • Il luogo di partenza dell’escursione viene raggiunto con mezzi propri e sotto la propria responsabilità.
  • N.B. Attività avventurosa ma unica nel suo genere

8)Monti climiti, masseria Casino Grande e ricotta Fresca presso la fattoria Italia

Itinerario:
Il Casino Grande dei Monti Climiti è una delle più grandi ed interessanti tenute feudali della Provincia di Siracusa che, anche se ormai ridotta ad un rudere e abbandonata a se stessa, rimane un luogo molto affascinante da visitare magari compiendo un’escursione presso l’altopiano dei Monti Climiti collocati tra i territori comunali di Priolo Gargallo, Solarino, Sortino e Melilli.
Dettagli:
  • Costo: 120 euro
  • Solo per gruppi minori di 18 persone
  • Pranzo a sacco
  • Per partecipare all’attività proposta è essenziale essere in buona salute e non soffrire di problemi cardiocircolatori.
  • Il luogo di partenza dell’escursione viene raggiunto con mezzi propri e sotto la propria responsabilità.
  • N.B. Attività avventurosa ma unica nel suo genere

9)Noto antica e cava carosello

 

Cava Carosello

Dettagli:
Durata: tutta la giornata

Costo 110 euro. 

 

10) Pillirina e Plemmirio 

 

Guarda la scheda dedicata

Pillirina Walk

Dettagli:
  • Durata: tutta la giornata
  • Costo 110 euro

 

11) Palazzolo Acreide: mulino ad acqua e concerie 

Cosa vedremo:
  • Chiesa di San Paolo
  • Chiesa di San Sebastiano
  • Mulino ad acqua di Santa Lucia
Dettagli:
Durata: tutta la giornata

  • Costo 120 euro per la guida turistca e 3 euro per l’ingresso al mulino

12) Giasira Augusta

Itinerario:
A nord di Brucoli si apre una vasta area, la “Gisira”, un grande tavoliere calcareo digradante verso il mare, dove all’estremo nord si trovano le tracce di un villaggio neolitico. Vista sull’Etna da un punto di vista veramente particolare.
 

Dettagli:
Durata: tutta la giornata

Costo 110 euro

 

13) Valle dell’Anapo e Pantalica e degustazione in frantoio

Cosa faremo:
  • Visiteremo una pare della Riserva Naturale di Pantalica e valle dell’Anapo
  • Effettueremo delle pratiche di rilassamento in natura
  • Visiteremo un’azienda agricola e il suo moderno frantoio
  • Asseggeremo diversi tipi olio
Dettagli:
  • Durata: tutta la giornata
  • Costo: 110 euro per la guida e 7 euro a persona la degustazione

14)  Castello di Serravalle di Mineo e area archeologica di Palikè

<strong>Cosa Vedremo</strong>:

Il castello di Serravalle di Mineo (CT) è di proprietà dell’Avv. Orsola Sedati che lo ha ereditato, nel 2008, dopo la scomparsa della madre Francesca Millo di Casalgiate, alla quale, era stato tramandato, a sua volta, dalla madre Gerarda Millo di Casalgiate Grimaldi, la cui famiglia ne è proprietaria sin dal lontano 1513. Nel 2007 l’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana ha imposto sullo stesso il vincolo di interesse storico-artistico in quanto testimonianza di epoca medievale che sin dalla sua costruzione, risalente al XIII secolo, ha rappresentato un punto di guardia della via che da Catania per Palagonia giungeva a Mineo, proseguendo per Caltagirone.

L’area archeologica di Palikè, sede del santuario più importante della popolazione sicula, è regolarmente aperta al pubblico dal gennaio 2006. Il sito dispone di un Antiquarium con sala espositiva che presenta una selezione dei materiali rinvenuti (fig.3), di una saletta didattica e di supporti audiovisivi. Presso l’area si svolgono attività didattiche che comprendono lezioni frontali e, attraverso progetti specifici, attività pratiche come survey, esercitazioni di scavo (fig.4), schedatura e archeologia sperimentale.

 

Dettagli:
  • Durata: tutta la giornata
  • Costo: Prezzo da concordare
  • Preventivamente accertarsi dei reali giorni d’apertura del sito archeologico Palikè.

N.B. Dove è presente una guida turistica i prezzi e la disponibilità è sempre da confermare

avatar
Post Written By Daniele Valvo

Laureato in ingegneria elettrica presso l'Università di Catania, ho scelto con forza di non emigrare perchè legato alla mia Sicilia. Forte dei miei studi scientifici e desideroso di aiutare gli altri nel loro di percorso di vita, utilizzando il metodo Mindfulness, maieutica socratica, l'approccio scoutistico, stimolo l'energia interiore delle persone con attività d'introspezione in Natura. Con la mia ditta Siracua Tour costruisco anche applicazioni per la fruizione dei Beni Culturali del territorio ibleo, e effettuo progetti nelle scuole e per ultimo insegno Informatica presso i corsi di formazione.

Leave A Comment

Avvia una chat / Start a chat
1
Hai bisogno di aiuto? Do you need help?
Ciao, come possiamo aiutarti?
Ti risponderemo entro un'ora!
Do you need help? Write us now:
we will answer you within 1h!